A gravina una mostra su botero

Pubblicato il 22 novembre 2023 • Cultura , Giovani , Scuola

 

Il Sindaco di Gravina di Catania Massimiliano Giammusso e il vicesindaco con delega alla Cultura Claudio Nicolosi informano la cittadinanza che da sabato 26 a mercoledì 30 novembre prossimi, presso i suggestivi locali della sala delle Arti "Emilio Greco" situata all'interno del parco comunale "Paolo Borsellino" di via Roma a Gravina (ingresso sia da via Costarelli che da via Roma 27), si svolgerà una mostra avente a oggetto "Botero: memorie" tesa a ricordare l'illustre artista colombiano venuto a mancare lo scorso 15 settembre e che fu pittore, scultore e disegnatore. 

L'iniziativa, patrocinata dal Comune di Gravina, è stata ideata dall'Associazione di volontariato e promozione sociale "Artisti oggi" , che ha nella prof.ssa Eleonora Catania la sua presidente, nella prof.ssa Rosa Buccheri la sua vicepresidente e nella prof.ssa Teresa Zingale la sua segretaria, e che si prefigge il dichiarato intento di rendere l'arte, in tutte le sue forme e sfaccettature, accessibile a tutti in quanto portatrice di valori universali. "Artisti oggi" è una realtà associativa costituita da diversi artisti, professionisti e non, amanti dell'arte ed ha collaborato con diverse altre realtà espositive della provincia catanese. Suo dichiarato intento programmatico è quello di rendere l'arte accessibile a tutti in quanto l'arte, in tutte le sue forme, è portatrice di bellezza. 

Nella fattispecie tale Associazione ha operato in sintonia e collaborazione con il CSR (Consorzio siciliano di riabilitazione), presieduto dal dott. Sergio Lo Trovato e che ha avuto nella dott.ssa Maria Battaglia la sua referente, ed il liceo artistico "Emilio Greco" - che ha nel prof. Antonio Alessandro Massimino il suo Dirigente scolastico - i cui studenti, già protagonisti di diverse lodevoli iniziative nel territorio, hanno nello specifico collaborato in sinergia con il CSR realizzando insieme opere di pregevole fattura. In particolare la prof.ssa Catania, in occasione del progetto, ha curato la parte artistica all'interno del progetto ideato dalla pedagogista dott.ssa Elisabetta Vanin e dalla assistente sociale dott.ssa Anna Talbot e recante come titolo "Porte aperte alla bellezza dell'arte nella diversità".